Horror

Undress me

di Amelia Moses, Canada 2017, 14’

Una matricola del college e le sue prime esperienze universitarie. Non molto spesso le cose vanno per il meglio, soprattutto quando la persona ha un carattere introverso e con poca autostima. La ragazza, raggiungendo un’abitazione di una confraternita, nel vedere tutti i ragazzi in buona compagnia durante la festa comincia a prendere coraggio con un ragazzo seduto accanto a lei. Quell’incontro la segnerà nel profondo, colpendo in particolare il proprio corpo, che in poco tempo subisce un graduale deterioramento.

Amelia Moses è una regista e sceneggiatrice che risiede a Montreal, in Canada. Neolaureata alla Mel Hoppenheim School of Cinema della Concordia University, il suo cortometraggio più recente, Undress Me, prodotto da Mariel Scammell, è stato proiettato in oltre trenta festival in giro per il mondo, tra cui il Fantasia Film Festival, il Sitges Film Festival e il MonsterFest. Il lavoro di Amelia non solo è stato trattato in numerose pubblicazioni tra cui quella del The Telegraph e del Broadly (VICE), ma è stato presentato anche in un articolo di White Little Lies intitolato “Perché il futuro del cinema di genere è femminile.” Il suo lavoro si concentra sull’esplorazione delle ansie femminili attraverso lo stile tipico dell’horror. Il suo film d’esordio, Bleed With Me, un thriller psicologico, è attualmente in pre-produzione.