Cortometraggi

Ellen is leaving

di Michelle Savill, Nuova Zelanda 2012, 15’

La vita molto spesso ti spinge a compiere delle scelte. Che si tratti di lavoro, di amore, non fa alcuna differenza. Questa commedia anti-romantica si focalizza infatti sul personaggio di Ellen, che alla vigilia della sua partenza verso l’estero, riceve un piccolo, ma delicato, regalo d’addio dal suo fidanzato, con il quale ha condiviso gli ultimi anni di felicità. Questo evento per lei rappresenta un grosso peso da reggere, e la soluzione che lei decide di trovare per non farlo soffrire è di cercare una fidanzata sostitutiva. Il suo piano ha tuttavia molto più successo rispetto a quanto lei si aspettava, ponendola in una situazione decisamente critica. Può davvero abbandonarlo?

Ellen is leaving, Michelle Savill, Nuova Zelanda, 2012, 15’

Michelle Savill è una regista neozelandese che, dopo aver frequentato il Bachelor of Media Arts, ha ottenuto i primi riconoscimenti con il suo primo corto, Betty Banned Sweets, in concorso al Melbourne International Film Festival nel 2008, così come il Gijon International Film Festival, e il Festival di Rotterdam. Nel 2012 è stata selezionata come rappresentante della Nuova Zelanda all’interno del Berlinale Talent Campus che si tiene ogni anno in occasione dell’omonima mostra. Con Ellen is leaving continua la sua ascesa nel campo cinematografico, aggiudicandosi il premio come Best Narrative Short al South by Southwest di Austin e al San Francisco International Film Festival nel 2013.