I vincitori di FMK XIV

Il voto del pubblico è sempre una piacevole sorpresa per i curatori, a volte si scopre di avere gli stessi gusti, altre volte il contrario, più spesso si scopre che il film che si era incerti se proiettare o meno perché non si era sicuri fosse adatto al contesto conquista tutti!

  • "I mostri non esistono" di Ilaria Angelini, Luca Barberis Organista e Nicola Bernardi, Italia 2017, 3'23"
  • "Dead Hearts" di Stephen W. Martin, Canada 2014, 17',
  • "Ciclo de cambio" di Sarah Frei, Stati Uniti 2016, 8'46"

Questo è il caso del Miglior Cortometraggio dell’edizione 2017 di FMK Festival: I mostri non esistono di Ilaria Angelini, Luca Barberis Organista e Nicola Bernardi, Italia 2017, 3’23”, studenti che si sono laureati il 5 luglio alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti a Milano e il 6 luglio hanno proiettato per la prima volta il loro corto di diploma, i quali, non hanno solo vinto il Premio Qualità FriulAdria di Gruppo Cariparma Crédit Agricole, ma hanno anche conquistato il pubblico di FMK meritandosi il titolo di miglior cortometraggio! Direi che un incoraggiamento più caloroso alla nuova generazione di filmmaker e animatori non avremmo potuto darlo.
Il Miglior Cortometraggio Horror invece è stato Dead Hearts di Stephen W. Martin, Canada 2014, 17′, che, con il suo mix di favola gotica e umorismo nero, ha conquistato i cuori dei nostri spettatori.
Il Premio Speciale Ambiente invece va a Ciclo de Cambio di Sarah Frei, Stati Uniti 2016, 8’46”, un documentario che racconta come la bici possa essere letteralmente il motore per un cambiamento sociale e un miglioramento delle condizioni di vita nelle piccole comunità del Guatemala.

07/07/2017