Vincitori FMK 2016

Si è chiusa anche questa tredicesima edizione FMK, che nemmeno la pioggia ha potuto fermare! Quindi è tempo di svelare i vincitori.
Innanzitutto del Premio Qualità FriulAdria 2016, che, in via del tutto eccezionale, quest’anno è stato un vero e proprio premio “alla carriera”. Si è scelta una figura considerata dalla critica l’ambasciatore dell’animazione italiana nel mondo: Simone Massi, l’autore della sigla della 69ª Mostra Internazionale dell’Arte Cinematografica di Venezia, nonché David di Donatello 2012 per il miglior cortometraggio con Dell’ammazzare il maiale, presentato anche a FMK nel 2013.

La Menzione speciale per il miglior cortometraggio a tema ambientale 2016, riconoscimento in collaborazione con ARPA LaREA, va a Requiem 2019 di Rutger Hauer e Sil van der Woerd. Nel cortometraggio l’ultima balenottera azzurra rimasta guarda negli occhi il suo unico nemico: l’essere umano.

Sono stati poi assegnati due premi del pubblico: il primo al miglior cortometraggio, il secondo al miglior cortometraggio horror.
Il pubblico FMK conferma il giudizio dell’Academy (che ha premiato questo lavoro con un Oscar) scegliendo, come miglior cortometraggio FMK 2016, Stutterer di Benjamin Cleary!

Vince invece il premio del pubblico come miglior cortometraggio horror FMK 2016: Invaders, di Jason Kupfer, opera finanziata grazie una campagna di crowdfunding su Indiegogo.

Tra le animazioni, seppur non esista un premio del pubblico dedicato, molto apprezzata Love di Réka Bucsi, autrice tra l’altro della sigla FMK 2016 insieme a Zsuzsanna Kreif, e già vincitrice del Premio Qualità FriulAdria nel 2014.

15/07/2016