Report PRIMA SERATA (FMK XIII 12/07/16)

Il primo dizionario italiano dei corti ha inaugurato ieri l’edizione 2016 di FMK Festival. Infatti questa XIII edizione si è aperta con l’incontro con Sergio Arecco, autore de Il cinema breve. Dizionario del cortometraggio 1928-­2015 (ed. Cineteca di Bologna, 2016). Pubblico attento e curioso quello che si è raccolto ieri alle 18 in Mediateca Pordenone di Cinemazero, e non sono mancati i giovani cinefili, capitanati dai ragazzi di Cinemazero Young Club. Se vi siete persi la presentazione guardate i video dei nostri live streaming [a cura di Elena Tubaro]:

Qui invece trovate l’intervista a Sergio Arecco realizzata dai ragazzi di Cinemazero Young Club: https://www.facebook.com/cinemazeroyoungclub/videos/580593698770747/

Sergio Arecco, autore de "Il cinema breve. Dizionario del cortometraggio 1928-­2015" (ed. Cineteca di Bologna, 2016) [foto di Elisa Caldana]

Sergio Arecco, autore de “Il cinema breve. Dizionario del cortometraggio 1928-­2015” (ed. Cineteca di Bologna, 2016)
[foto di Elisa Caldana]

Nel volume Il cinema breve. Dizionario del cortometraggio 1928-­2015, oltre ai nomi celebri (Antonioni, Buñuel, Lynch, Miyazaki, Monicelli, Pasolini, Risi, Scorsese, Truffaut, Warhol) non mancano registi poco frequentati e titoli misteriosi; una miniera di scoperte che Sergio Arecco ha condiviso anche nel corso della serata con il pubblico di FMK proponendo la visione dell’opera che ha sancito l’inizio della carriera di Matteo Garrone. Infatti, il regista acclamato a livello internazionale per Gomorra, ai suoi esordi vinse il Sacher Festival di Nanni Moretti con il corto Silhouette (Italia, 1996, 20′). Un lavoro davvero di grande forza, che già presenta quello stile che abbiamo imparato ad amare, attori non attori che sembrano spiati nella loro quotidianità. L’obiettivo della macchina da presa e il punto di vista del regista che ci illudono di essere sguardi nascosti, spie non viste, e riescono così a svelare la verità del reale attraverso la finzione del cinema.

Silvia Moras di Cinemazero, curatrice della sezione Horror, dà il benvenuto alla serata [foto di Elisa Caldana]

Silvia Moras di Cinemazero, curatrice della sezione Horror, dà il benvenuto alla serata
[foto di Elisa Caldana]

Il brutto tempo ci ha “suggerito” di tenere la prima serata FMK al coperto, nell’ampia e confortevole Sala Grande di Cinemazero. Vedere una platea così ampia gremita di spettatori è stata un’emozione forte e una ricompensa per tutto il duro lavoro dello staff del festival. E, ad intrattenere il pubblico in sala nell’attesa delle proiezioni, la playlist curata da E.Sist Dj Selecter. Potete riascoltarla su mixcloud: https://www.mixcloud.com/FMKfestival/e-sist-dj-selecter-fmk-special-playlist-12072016/.

Il pubblico in sala [foto di Elisa Caldana]

Il pubblico in sala
[foto di Elisa Caldana]

Se siete arrivati tardi o siete dovuti tornare a casa prima della fine delle proiezioni, ecco un riepilogo dei film della prima parte del programma, CORTI DAL MONDO #1, completi di link online per la visione:

"Analog Asia" di Zac Turgeon sul grande schermo [foto di Elisa Caldana]

“Analog Asia” di Zac Turgeon sul grande schermo
[foto di Elisa Caldana]

  • Stutterer di Benjamin Cleary (Regno Unito/Irlanda 2015, 12′) premio Oscar come miglior cortometraggio 2016 (trailer: https://vimeo.com/118746312);
  • Einstein 100 – Theory of General Relativity di Eoin Duffy (Regno Unito 2015, 3’05”), la teoria della relatività for dummies, ora neanche Interstellar vi creerà più problemi. Ancora qualche dubbio? Riguardate Einstein 100 qui: https://www.youtube.com/watch?v=6XSAVqm0XB. È stato scritto dal regista e produttore Jamie Lochhead, grazie alla sua laurea con lode in Fisica e Filosofia della Scienza al Kings College di Londra. Insomma una laurea in fisica può sempre tornare utile se fai il filmmaker.
https://www.youtube.com/watch?v=6XSAVqm0XB [foto di Elisa Caldana]

https://www.youtube.com/watch?v=6XSAVqm0XB
[foto di Elisa Caldana]

  • Dopo lo sforzo cognitivo ci siamo lasciati elevare nello spirito e abbiamo applicato i principi della mindfulness grazie a The Pleasure Of (Lussemburgo/Italia 2012, 2′) di Vitùc. Quando state per impazzire prendetevi due minuti per riguardarlo respirando profondamente: https://vimeo.com/48236494. Le ferie arriveranno prima o poi anche per voi.
  • Prima delle ferie però non scarabocchiate cose a caso in giro, qualche collega d’ufficio, o magari proprio il vostro capo potrebbe indispettirsi… Perché? Ve lo spiega Drawcard di Antonio Oreña-Barlin (Australia 2016, 7′): https://vimeo.com/155902660. E poi non dite che non vi avevamo avvisati.
"Love" di Réka Bucsi [foto di Elisa Caldana]

“Love” di Réka Bucsi
[foto di Elisa Caldana]

  • Abbiamo chiuso la serata in bellezza, chiedendo agli spettatori di lasciarsi trasportare dal visionario Love di Réka Bucsi (Francia/Ungheria 2016, 14′), in cui collisioni di asteroidi diventano un discorso sui sentimenti. Réka Bucsi ha anche realizzato la sigla di FMK 2016, in collaborazione con l’animatrice Zsuzsanna Kreif, grazie al Premio Qualità FriulAdria.

Su Flickr tutte le foto della serata: https://www.flickr.com/photos/cinemazero/albums/72157668134067743 [a cura di Elisa Caldana]

Una prima serata in un certo senso spensierata e non troppo impegnata: volevamo farvi dormire sonni tranquilli in vista di stasera… oggi infatti è FMK Horror Night, sangue finto a secchiate e scream queens, nel tradizionale e suggestivo chiostro dell’ Ex Convento San Francesco! Appuntamento alle 21.00!

13/07/2016